La cura del creato

PROGETTO ANNUALE A.S. 2019-2020

MOTIVAZIONE

Per l’anno scolastico 2019/2020, le insegnanti propongono il progetto didattico “LA CURA DEL CREATO – Papa Francesco”.
Con questo progetto vorremmo guidare il bambino alla scoperta dell’ambiente che lo circonda e sviluppare fin dalla prima infanzia processi di attenzione e responsabilizzazione nei confronti dello stesso; Un avvicinamento graduale al problema del rispetto e della conservazione del pianeta, a partire da quello più vicino a loro (es. scuola e casa) per allargarsi verso il mondo esterno.
Fin dalla scuola dell’infanzia infatti, l’educazione ambientale è riconosciuta attività essenziale poiché mira alla formazione di coloro che saranno i futuri cittadini consapevoli del valore dell’ambiente e della necessità della sua salvaguardia.
Fondamentale infatti, far comprendere precocemente gli effetti disastrosi che i nostri stili di vita producono nel mondo che ci circonda, in modo da intervenire sulla formazione di comportamenti adeguati.
Tutte le attività si pongono come obiettivo, oltre allo sviluppo delle competenze, anche il rispetto di tutti gli esseri viventi, delle loro condizioni di vita e l’impegno per la loro salvaguardia.
In un periodo in cui le condizioni umane ed ecologiche richiamano tutti ad un forte senso di responsabilità, la scuola riveste un ruolo primario nell’educare alle “buone pratiche” per uno “sviluppo sostenibile”.
Diventa sempre più importante rieducare i bambini e adulti insieme ad avere a cuore la natura e le sue risorse.
Attraverso attività ludiche, osservazioni e sperimentazioni, attività senso-percettive, accresceremo la curiosità nei bambini, spingendoli ad esplorare per capire.
Ci muoveremo dalla naturale curiosità del bambino, riguardo l’ambiente che lo circonda, attraverso la fantasia, che è infatti elemento essenziale per far sì che la voglia di imparare, la capacità di conoscere siano mantenute e liberate in tutte le attività e nella vita stessa.
Coinvolgeremo in questo lavoro anche le famiglie, che saranno stimolate nel loro ruolo educativo a fianco della scuola e dei loro bambini.
Il progetto è molto duttile e efficace e si presta molto bene anche per essere intersecato con altri percorsi, che vengono proposti durante l’anno: accoglienza, stagioni e feste….

CAMPI D’ESPERIENZA

Il sé e l’altro

  • Favorire la conoscenza reciproca
  • Accogliere i compagni
  • Superare il distacco dalla famiglia
  • Condividere momenti di gioco ed attività
  • Condividere momenti di festa con compagni , insegnanti e familiari
  • Partecipare alle proposte e alle attività
  • Condividere spazi, materiali e oggetti
  • Collaborare con i compagni per un progetto comune
  • Condividere momenti di gioco e di festa con compagni e insegnanti
  • Sviluppare il senso dell’identità familiare
  • Scoprire le diversità culturali

Il corpo e il movimento

  • Scoprire il piacere del contatto corporeo
  • Utilizzare il corpo per giocare
  • Sviluppare la coordinazione oculo-manuale e la motricità fine
  • Esercitare la motricità fine
  • Condividere modalità di gioco azioni e movimenti
  • Adottare pratiche corrette di cura di sé, di igiene e di sana alimentazione
  • Interagire con gli altri nella musica. Nella danza, nella comunicazione espressiva

Immagini, suoni e colori

  • Resprimere la comprensione del testo attraverso il disegno, la pittura, le attività manipolative e la drammatizzazione
  • Utilizzare materiale e strumenti, tecniche espressive e creative
  • Seguire con curiosità e piacere spettacoli di vario tipo
  • Ricordare e conoscere canzoni
  • Realizzare addobbi e decorazioni

I discorsi e le parole

  • Ascoltare e comprendere storie, racconti, tradizioni, antichi saperi e filastrocche
  • Usare correttamente la lingua italiana arricchendo il proprio lessico
  • Comprendere parole e discorsi facendo ipotesi sui significati
  • Ascoltare e rielaborare con proprie parole le storie di vita vissuta della propria famiglia
  • Partecipare alle conversazioni portando il proprio parere e le proprie esperienze
  • Sperimentare rime, filastrocche, drammatizzazioni

Conoscenza del mondo

  • Raggruppare e ordinare oggetti e materiali secondo criteri diversi, identificarne alcune proprietà e registrarle attraverso simboli
  • Osservare gli organismi viventi e il loro ambiente
  • Interessarsi a macchine e strumenti, scoprendone le funzioni e i possibili usi
  • Scoprire alcune caratteristiche della stagionalità
  • Saper prendere cura del processo naturale dalla semina alla raccolta
  • Riferire correttamente eventi del passato recente
  • Eseguire le prime misurazioni di lunghezze, pesi e altre quantità

Obiettivi di apprendimento

  • Scoprire le realtà naturali che ci circondano.
  • Sviluppare atteggiamenti di collaborazione con gli altri.
  • Arricchire il linguaggio verbale ed espressivo.
  • Sensibilizzare al rispetto per la natura.
  • Favorire la crescita di una mentalità ecologica.
  • Ricordare e verbalizzare le azioni che si compiono quotidianamente per prendersi cura del nostro ambiente.

Accoglienza

A settembre la scuola sarà arricchita e addobbata per dare il benvenuto ai bambini con immagini a tema (una grande barca e tanti pesciolini personalizzati) per accoglierli e introdurli alla progettazione didattica di questo anno.
Verrà proposto, per aumentare il coinvolgimento dei bambini, un gioco di esplorazione dell’ambiente, “il serpente esploratore” e la lettura di una storia a tema (la scatola dei bacini) in cui i piccoli possano riconoscersi.

L’importanza dell’acqua

Presenteremo “il nostro amico Cuki il Pinguino” che porterà una valigia.
La valigia diventerà il tramite per far scoprire ai bambini l’importanza di alcuni comportamenti ecologici e introdurli così all’educazione ambientale. L’ambiente va amato, preservato e rispettato.
Le insegnati porteranno a scuola una valigia da cui estrarranno uno strano sacchetto…..di “rifiuti” e una lettera di accompagnamento con cui introdurranno i bambini a scoprire l’importanza e la bellezza dell’ambiente e di corretti comportamenti nei suoi confronti.
Attraverso la conversazione, il gioco e la rappresentazione grafica, le insegnanti faranno notare l’importanza di un corretto comportamento nei confronti dell’ambiente.
Attraverso la narrazione di storie e leggende verrà sottolineata l’importanza della cura dell’ambiente.
Con la collaborazione delle famiglie ci procureremo una discreta quantità di rifiuti di carta, di plastica e di metallo e li descriveremo ai bambini, in particolare rispetto ai materiali di cui sono fatti. Approfondiremo con i bambini più grandi alcuni argomenti, con le seguenti domande guida:
– cosa sono i rifiuti?
– i rifiuti sono tutti uguali?
Creeremo con la collaborazione delle famiglie un’evento intitolato: “a scuola giochiamo alla raccolta differenziata” in cui metteremo in pratica il riutilizzo dei rifiuti usando vari contenitori e oggetti.
Continueremo a riutilizzare i rifiuti in occasione di gioco, favorendo nel divertimento, le acquisizioni di apprendimenti e competenze.
Effettueremo alcune esperienze di riutilizzo dei rifiuti di carta, plastica e metallo nella manipolazione e nella creazione creativa: con tappi di plastica, con le capsule del caffè, coi ritagli di carta.
Verrà programmata un’uscita didattica presso ASET – CENTRO RACCOLTA DIFFERENZIATA e al DEPURATORE della nostra città.

Feste e ricorrenze

Nel mese di ottobre i bambini prepareranno la “Festa della castagna” con canti e poesie dedicate all’autunno e ai nonni.
A novembre i bambini di avvicineranno al Natale preparando la festa di Natale con canti, poesie e rappresentazioni teatrali.
A Dicembre conosceranno i personaggi del Natale, condividendo emozioni e sensazioni legate al Natale (Babbo Natale verrà personalmente a trovare i bambini a scuola). I bambini collaboreranno con le insegnanti e i propri compagni per creare una festa di Natale insieme ai genitori e ai nonni.
Nel periodo di carnevale le insegnanti insieme ai bambini costruiranno maschere buffe e assaggeranno i cibi tipici della tradizione.
Durante questo periodo bambini verranno coinvolti in attività imitative e nella recitazione di filastrocche.
I bambini scopriranno le tradizioni pasquali e il loro significato, conosceranno segni e simboli della Pasqua, realizzeranno lavoretti e biglietti augurali.
Nel mese di aprile i bambini realizzeranno un lavoretto d’auguri per la mamma e prepareranno la “Festa della Famiglia” con canti, poesie e rappresentazioni.

Valutazione

La programmazione prevede momenti di verifica in itinere:
nella relazione insegnante-bambino (per una valutazione delle conquiste del bambino in ordine alla maturità cognitiva, affettiva, sociale). I bambini terranno in classe i loro lavori inseriti in cartelline trasparenti così che tutti(bambini e famiglie) possano osservarle in qualsiasi momento. A Natale e a fine anno i disegni vengono raccolti e rilegati in un libro che viene consegnato al bambino.
incontri da parte del Collegio Docenti (necessari per valutare e ridefinire la programmazione stessa in base ai risultati conseguiti) opereranno una verifica mensile delle attività svolte, valutando in particolare:
La reale adesione delle attività progettate ed effettuate
Il coinvolgimento emotivo e cognitivo dell’alunno
I reali progressi del bambino secondo i traguardi di ogni campo d’esperienza
con i genitori attraverso un rapporto effettivo e concreto, nel rispetto e nella valorizzazione dell’identità del bambino. Al termine delle attività si attua il momento della valutazione complessiva.
La verifica è basata sull’osservazione del comportamento esplorativo di ogni bambino nonché sulla sua curiosità verso il nuovo e il rispetto ambientale , in relazione alle attività proposte, alle conversazioni guidate unitamente alla produzione di elaborati individuali e di gruppo e a schede e griglie strutturate.
A Ottobre e Maggio sono previsti dei momenti di confronto delle insegnanti che tramite l’osservazione e la compilazione delle tabelle verificheranno in itinere le competenze raggiunte dai bambini in questi periodi.
A Giugno verrà compilato il documento di passaggio per i bambini di 5 anni che andranno alla scuola primaria.

Orari segreteria

  • Mattino 8.00- 11.00
  • Pomeriggio 15.30- 16.30